Apple è alla ricerca di un nuovo partner finanziario per mantenere la Apple Card senza intoppi

click fraud protection

La settimana scorsa abbiamo parlato della notizia che Goldman Sachs, il partner finanziario di Apple per i servizi Apple Card e Apple Card Savings, vuole fortemente essere liberato dal suo contratto. Secondo quanto riferito, l’accordo è costato alla banca perdite per miliardi di dollari, e ora vuole uscire del tutto dal mercato dei consumi. Il che lascia Apple con un problema.

Da un lato, Goldman Sachs è vincolata al suo contratto per altri cinque anni e Apple, se lo desidera, potrebbe scegliere di mantenere l’azienda entro tali termini. Ma preferirebbe trovare un sostituto più entusiasta, anche perché il servizio ha avuto la sua parte di problemi in termini di ingegneria e servizio clienti. E resta inteso che Cupertino ha quindi offerto i termini per liberare anticipatamente Goldman Sachs dai suoi obblighi. (Sebbene non Quello Presto; ci vorrà più di un anno per concludere le cose.)

In altre parole, Apple è attualmente alla ricerca di un nuovo partner per i servizi finanziari… e come spiega l’esperto di Bloomberg Mark Gurman nell’ultima puntata del suo

Newsletter di accensione, la prospettiva potrebbe, controintuitivamente, essere più attraente per la comunità dei servizi finanziari ora rispetto a quando l’accordo Goldman Sachs è stato originariamente siglato. Ebbene sì, il titolare del ruolo ha scoperto che essere legato alla Apple Card significa bruciare molti soldi. Ma il servizio è ormai consolidato, con un'ampia base di utenti e molta pubblicità, in gran parte buona. Quando Apple stava dando la caccia al suo partner di lancio, gli aspetti negativi sarebbero stati noti (anche se forse sottovalutati), ma le possibilità di successo del progetto non lo erano. Questo è meno un problema ora.

Ciò significa che alcune delle banche decedute nel 2019 potrebbero ora essere interessate, e una di queste è stata ampiamente pubblicizzata come la favorita per sostituire Goldman Sachs: American Express. Oltre ad essere stata coinvolta nelle trattative quattro anni fa, l'azienda è stata contattata più recentemente; come abbiamo scritto la settimana scorsa, “Il WSJ dice... American Express è stata contattata l'anno scorso da Goldman per rilevare l'attività. Apparentemente l’AMEX era preoccupata per una serie di dettagli e non è noto se tali colloqui siano continuati o meno”. Ciò potrebbe ancora trasformarsi in qualcosa di più sostanziale.

Ma Gurman, nel delineare la situazione, nomina un'altra azienda come sua scelta: Chase. Questo perché Chase è già strettamente legato ad Apple in una serie di aree, incluso il lavoro su Cupertino Il programma Ultimate Rewards, che funge da partner chiave per Apple Pay e “immagazzina” parte del denaro di Apple mano. Come sottolinea Gurman, Chase ha anche il vantaggio di essere connesso a MasterCard, il che significa che Apple Card non avrà bisogno di passare a una piattaforma diversa. (American Express utilizza la propria piattaforma.)

C’è ancora molto tempo perché questa saga si svolga, ma per ora il servizio Apple Card continuerà a funzionare come prima.

  • Dec 04, 2023
  • 48
  • 0
instagram story viewer